header blog news cavigar

Non è infatti inusuale che chi ha avuto un’idea imprenditoriale al di fuori delle righe, risulti poi redditizia in breve tempo, permettendo a quanti più appassionati del settore ed aspiranti imprenditori di aderire ad un network redditizio. Aprire un’attività in franchising conviene sia al brand che all’affiliato: oneri di gestione e costi per l’avvio vengono distribuiti; l’affiliato ottiene un’attività con un format di successo, know-how e formazione, assistenza, nonché tutti i vantaggi delle forniture. È il momento di elencare le proposte di maggior successo, arrivando prima che la concorrenza sia troppo alta, nei mercati più innovativi e proficui del momento.

L’alternativo che piace: Bubble Drink e Bubble Tea

Sembra assurdo e quasi impossibile, ma questa attività per certi versi bizzarra, almeno in Italia, riguarda un prodotto che si beve e si mangia. Stiamo parlando dei bubble drink, una rivoluzione nel settore del beverage che ha già conquistato Asia ed America, diventando in breve tempo un trend irrinunciabile. Il bubble tea è un drink nato negli anni ’80 a Taiwan a base di the nero o the verde e latte e perle di tapioca, dalla consistenza gelatinosa e con un sapore vagamente simile alla liquirizia. Oggi sono in voga tante varianti, pensando anche a chi segue diete vegane o ha esigenze particolari quali intolleranza al glutine, glicemia o intolleranza al lattosio, prevedendo versioni di bubble tea classiche, fuori dagli schemi e più salutari. L’investimento è di almeno 20.000 - 30.000 euro per far fronte ai costi inerenti il locale, le attrezzature, le dotazioni di hardware, software ed arredi, le materie prime iniziali, il personale, gli adempimenti e la promozione online ed offline, soprattutto in fase di lancio. L’ospitalità: Bed & Breakfast Le attività ricettive dell’accoglienza sono tra le più redditizie e promettenti anche per il 2019. Per avere è necessario però interpretare in maniera corretta le attuali tendenze del mercato della ricettività e le abitudini dei viaggiatori moderni. Ad avere maggior successo sono le strutture ricettive low cost come i B&B, capaci di offrire convenienza, comodità e pasti preparati con prodotti autoctoni.

Il negozio che non ti aspetti: Coffee Shop e Cannabis Light

La cannabis light è un trend inarrestabile già dalla metà del 2017. E per il 2019 si attende un ulteriore crescita: sono difatti già nate le prime realtà in franchising che uniscono due trend in forte ascesa quali la canapa sativa e le caffetterie in stile americano. I coffee shop si prospettano un’attività catalizzante con cui si possono offrire prodotti a base di canapa, dolci e caffè aromatizzati, ma anche vendita di canapa sativa e servizio di caffetteria tradizionale.

Di tendenza “vintage”: Barber Shop

Ovvero il barbiere per uomo con una marcia in più: i barber shop sono locali dedicati al benessere ed all’estetica maschile e promettono, grazie ai format moderni studiati attraverso le tendenze odierne, di essere locali di grande successo anche per il nuovo anno.

Ristorazione vincente: il locale food “atipico”

Un settore in cui non si sbaglia (quasi mai) anche se altamente concorrenziale è il settore ristorativo. Purchè l’idea sia davvero alternativa: dalle polpetterie ai ristoranti ambulanti, dagli street food gourmet ai ristoranti specializzati in prodotti tipici di una o più regioni d’Italia (Cavigar nello specifico già da qualche anno promuove il format Italia Grocery), ai locali ibridi in cui prodotti DOP siano un marchio distintivo.

La consegna a domicilio: Home Delivery

Il settore dell’home delivery è ancora ad oggi in forte espansione e riesce ad inglobare in sé sempre più prodotti e servizi, unendo spesso settori di grande redditività, contando tra l’altro un investimento davvero appetibile (circa 10.000 euro e l’apertura di una partita IVA). Tra le idee più nuove e di sicuro successo per il 2019 vi sono le consegne a domicilio di cibo (food delivery), di medicinali, di spesa (grocery delivery), di colazioni e perfino di vini e birre o cocktail ricercati (wine e drink delivery).